ASP Bologna – Un nuovo Caffè Alzheimer nel Quartiere Navile

Venerdì 3 Febbraio 2017 alle ore 14.30 presso l’Oratorio della Parrocchia di S. Bartolomeo della Beverara, in via della Beverara 90 a Bologna, si terrà l’inaugurazione del “Beverara… Caffè”, il primo Caffè Alzheimer del Quartiere Navile, rivolto alle persone con disturbi di memoria o deterioramento cognitivo, accompagnate da un familiare o da chi se ne prende cura.

Per info: http://www.aspbologna.it/index.php/sostegno-agli-anziani/2155-un-nuovo-caffe-alzheimer-in-citta

Saranno presenti:
Mons. Matteo Zuppi – Arcivescovo  di Bologna
Luca Rizzo Nervo – Assessore Assessore Sanità e Welfare del Comune di Bologna
Daniele Ara – Presidente Quartiere Navile
Don Mauro Mattarelli – Parrocco San Bartolomeo
Maurizio Casini – Responsabile progetti Oratorio “Davide Marcheselli”
Gianluca Borghi – Amministratore unico di ASP

Metodo Hobart® – conoscersi nella danza – FORMAZIONE BIENNIO 2017/18

NUOVA FORMAZIONE BIENNIO 2017/18

La metodologia elaborata da Gillian Hobart è una pratica educativa che propone un percorso teorico e corporeo basato sull’arte del movimento per innescare una comunicazione legata al linguaggio non verbale.

Le parole chiave  sono  relazione, rispetto, ritmo, contatto.

 

La nuova formazione Metodo Hobart – conoscersi nella danza 2017/18 partirà nel fine settimana del 21/22 gennaio con il seminario L’impulso motore primario.

Per info su calendario degli incontri e orari:

MOVIMENTO CENTRALE DANZA & TEATRO

Cell.: 340 347 53 89

Tel.: 0541 72 61 07

www.movimentocentrale.org

https://www.facebook.com/MovimentoCentraleDanzaTeatro

 

Pioneer Workshop 16 novembre Bologna

Adattamento e implementazione del Meeting Center Support Programme

Il workshop si svolgerà il 16 novembre, dalle ore 14 alle ore 17,

all’interno del Forum della Non Autosufficienza.

La registrazione può esser fatta dal sito: www.nonautosufficienza.it

riccione13

Il progetto europeo MEETINGDEM (www.meetingdem.eu) ha come obiettivo l’implementazione e la valutazione di questo programma in diversi paesi – Polonia, Regno Unito e Italia – apportando i necessari adattamenti in relazione ai bisogni degli utenti, come anche alle differenze culturali e ai diversi sistemi di cura e di assistenza.

Dopo un’analisi delle specifiche realtà nazionali e l’elaborazione di un piano di implementazione – svolte durante il primo anno di attività – abbiamo realizzato nuovi Centri di Incontro (ciditalia.wordpress.com).

L’esperienza molto positiva dei Centri di Incontro realizzati in Regione ci ha permesso di elaborare anche delle importanti strategie per l’adattamento del programma a diverse esigenze/contesti. In base ai risultati ottenuti, nonché ad un’analisi del rapporto costi/efficacia, siamo in grado di suggerire delle linee guida per l’implementazione del programma anche in altri contesti.

Questo è l’obiettivo del Pioneer Workshop che vi proponiamo.

Al workshop si presenterà il Meeting Centre Support Programme, le linee guida per l’Italia e le esperienze realizzate.

Per ulteriori informazioni contattare: rabih.chattat@unibo.it; claudia.scorolli@gmail.com

Programmalogo_klein

14.00

 

 

Introduzione

 

Dott.ssa A. Carafelli

Progetto Demenze Regione Emilia-Romagna

  G. Borghi

Amministratore unico di ASP Città di Bologna

   

Meeting Center Support Program:  caratteristiche e concept 

 

Prof. R. Chattat

Università di Bologna, Meetingdem project

    Dott.ssa E. Farina

Fondazione Don Carlo Gnocchi Milano, Meetingdem project

 

   

Implementazione: strumenti e adattamenti in Emilia-Romagna

 

Dott.ssa C. Scorolli

Università di Bologna, Meetingdem project

15.30

 

 

L’esperienza dei Centri d’Incontro (MC) a Bologna: organizzazione e attività

 

Dott.ssa C. Luppi

Dirigente Servizi Anziani ASP  città di Bologna

 

    Dott.ssa M. (Paola)  Mascagni

Coordinatrice CI Margherita

 

    Dott.ssa S. Giorgi

Psicologa CI Margherita

 

  Voce ai protagonisti: Testimonianze di persone e familiari,  proiezione video

 

  L’esperienza dei Centri di Incontro (MC) in Romagna: organizzazione e attività dei centri di Rimini e Riccione
16.00  

I Centri d’Incontro nella Rete dei Servizi: il ruolo del Centro per i Disturbi Cognitivi

Dott. S. De Carolis

Responsabile Aziendale Progetto Demenze per il Territorio della Provincia di Rimini e del Centro per i Disturbi cognitivi di Rimini, AUSL della Romagna

L’esperienza dei Centri d’Incontro di Rimini e Riccione: memoria, creatività e movimento danzato Metodo Hobart®

 

Dott.ssa M. Graziani

Responsabile Servizi alla Persona A.S.P. Valloni Marecchia, Rimini Coordinatrice Progetto Centro d’Incontro Rimini

 

   Dott.ssa R. Spimi

Responsabile Centro Diurno Felice Pullè, Comune di Riccione, Coordinatrice Progetto Centro d’Incontro Riccione

 

   

Le Associazioni dei familiari: un ruolo attivo

 

 

Presidente Associazione Alzheimer Rimini
    Associazione Familiari Bologna

ARAD, Associazione di Ricerca e Assistenza delle demenze

Associazione “Non perdiamo la testa”

 

 

 

 

Una passeggiata con gli esperti!

In occasione della giornata mondiale Alzheimer

Sabato 17 settembre, ore 15.15

Centro di Incontro, via XXV Aprile, 2, Castelnuovo – Condominio Le Viole

Dire, Fare, Provare.. insieme agli esperti!

Un percorso a tappe fino a Parco Rio Gamberi.

  • prof. R. Chattat > Facoltà di Psicologia, Università di Bologna
  • dott. D. Zaccherini > Medico Geriatra, Centro Disturbi Cognitivi, Azienda USL Distretto di Vignola
  • dott. D. Di Francia > Psicologo, Centro Disturbi Cognitivi, Azienda USL Distretto di Vignola
  • Associazione ‘Movimento è salute’
  • Associazione di familiari ‘Per non sentirsi soli’

♣ ore 17.30: aperitivo al Parco J. Lennon ♣

 

20160916_002157.jpg